Trama

In un appartamentino della periferia romana vivono i trentenni Romano e Marina Duranti, fratello e sorella, un po’ pigro e vagamente in cerca di un lavoro lui, dattilografa a domicilio lei, ambedue bruschi e curiosi, ma affettuosamente uniti. Lei si innamora di un vicino giovialone e ben piantato, Alfio Maria Ponticelli, che la seduce e poi nasconde nel suo frigorifero un pacchetto di droga. Sopraggiunta la Polizia, la merce non viene trovata, ma Alfio – implicato nel giro – pensa bene di squagliarsela calandosi in strada e Marina, innamoratissima lo segue nella fuga. Per Romano, che aveva trovato e poi occultato il pacchetto, è un mezzo crollo, ma reagisce e comincia a darsi da fare, specializzandosi nel dirigere scommesse clandestine (le corse dei cani), che a volte sequestra per chiederne il riscatto. I soldi cominciano ad affluire; l’alloggio è trasformato e ora in casa c’è anche una amica-servetta di colore. Anni dopo Marina torna a casa: è sola e al termine di una gravidanza. Non c’è neppure tempo per tante spiegazioni: Romano mette la sorella in automobile. Nel portabagagli hanno un levriero. Si dirige prima verso l’ospedale e successivamente va a consegnare quel levriero. Poiché il denaro promessogli gli viene negato Romano protesta ma viene colpito da una fucilata. Tornato a casa, in fin di vita, egli perde a poco a poco conoscenza.

Scheda tecnica

Autore soggetto: Sergio Castellitto

Autore sceneggiatura: Sergio Castellitto, Gianni Di Gregorio, Felice Farina

Regia: Felice Farina

Interpreti: Sergio Castellitto, Mario Propseri, Marina Confalone, Enzo Scotto Lavina, Claudio Spadaro, Anita Zagaria, Marco Giordana, Paolo Porto

Anno di produzione: 1986

Durata: 85 min

Formato: 35 mm

Colore/Bianco nero: Colore

Genere: Drammatico

1° proiezione: 05/12/87

Visto censura: N. 82092 del 19/12/1986

Divieti: Nessun divieto

Iscrizione PRC: n. 7473

Galleria immagini