La carica dei 28
2017

articolo 28LA CARICA DEI 28 (documentario)
Sceneggiatura di Steve Della Casa e Maurizio Cartolano
Regia di Steve Della Casa

Negli anni Venti, per la prima volta, lo stato italiano iniziò a intervenire con aiuti economici  per incentivare la produzione cinematografica "nazionale". Con l’articolo 28 di quella legge si finanziano in circa 35 anni quasi 500 film. Tra questi ci sono indiscussi capolavori che hanno avuto una grande importanza anche commerciale (I pugni in tasca di Bellocchio, i primi film di Nanni Moretti e di Gabriele Salvatores) insieme con molti film che riscuoteranno un successo minimo di pubblico e a volte anche di critica.

All’interno di quel mare magnum di prodotti ci sono anche evidenti concessioni clientelari, oppure vengono finanziati film di genere quali western, erotici e avventurosi, fasi politiche che si consumano nella vita nazionale, intere stagioni di luoghi comuni, di sensibilità, di attenzioni.

Raccontare questo aspetto della produzione cinematografica italiana significa illustrare, con immagini praticamente inedite data la scarsissima circolazione della maggior parte dei film, come si è evoluta la storia del costume in Italia in quel periodo. E, al tempo stesso, raccontare come una distorsione nell’applicazione della legge abbia creato un fenomeno unico al mondo, un consistente numero di film che hanno circolato pochissimo o affatto nel paese in cui sono stati prodotti. Inoltre, può essere un ottimo spunto per guardare al futuro, per immaginare meccanismi legislativi (si sta già percorrendo questa direzione) che tutelino ricerca e opere prime coinvolgendo capitali privati e mettendo la visibilità come un punto cardine.